NotoCity.it   -   Il portale di NotoLibera                  

Democrazia e Partecipazione                                                                                      blog   archivio   profilo   galleria   contatti

Consiglio Comunale Straordinario Aperto

Entry photo example

Noto  – Viene mantenuta alta l’attenzione sulla questione legata alla sanità nella zona sud e sull’ospedale Trigona di Noto. Il presidente Corrado Figura ha convocato il Consiglio comunale di Noto in seduta straordinaria ed aperta per lunedì 6 febbraio, alle ore 18,00.

La convocazione della massima assise cittadina nasce dalla richiesta sottoscritta dai consiglieri comunali Salvatore Veneziano, Salvatore Cutrali, Carmelo Tardonato, Giuseppe Trombatore, Giuseppe Bosco e Veronica Pennavaria.

Per l’occasione il consiglio comunale dalla tradizionale sede di Palazzo Ducezio si sposterà presso la Sala Gagliardi di Palazzo Trigona in via Cavour. La massima assise cittadina voterà una mozione in cui si intima alla direzione generale dell'Asp 8 e all'assessorato regionale della sanità affinché venga rivalutata la decisione di allocare il punto nascite presso l'ospedale di Avola, atteso che lo stesso è a tutt'oggi operativo presso l'ospedale Trigona di Noto, ove sono stati raggiunti e rispettati i parametri per il mantenimento del terzo punto nascite della provincia.

Il consiglio comunale netino chiederà inoltre che vengano mantenuti i reparti esistenti presso lo stabilimento di Noto nonché le risorse finanziarie e umane dando mandato al sindaco Corrado Bonfanti, nella sua qualità di rappresentante della città e di autorità sanitaria locale, di portare a conoscenza della direzione generale dell’Asp 8 e dell’assessore regionale alla sanità la mozione votata e di attivarsi per ottenere l’attuazione di quanto questa prevede.

04 Febbraio, 2012 Posted by Giornale di Siracusa | Tags: Design, XHTML, CSS | 19 comments

Riunione dei rappresentanti dei siti inseriti nella World Heritage list dell' UNESCO

Entry photo example

Noto – Si è tenuta all’interno di Palazzo Ducezio la riunione tra i rappresentanti delle città del Val di Noto inserite nella World Heritage list dell’Unesco.

Otto i comuni interessati che, accomunati dal prestigioso riconoscimento, hanno intenzione di intraprendere un percorso comune. A fare da propulsore e promotore dell’iniziativa il Comune di Noto che ha convocato tutti rappresentanti delle città che nel giugno del 2002 a Budapest furono inserite nella World Heritage List dell’Unesco, divenendo dunque patrimonio dell’umanità.

“E’ strettissima la vicinanza – ha detto il sindaco Corrado Bonfanti – degli otto Comuni del Val Di Noto insigniti del riconoscimento Unesco. Questa riunione ha posto le basi per la realizzazione di una serie di eventi in stretta collaborazione. L’occasione per fare quadrato è stata voluta da questa amministrazione ed avviene per la ricorrenza del decennale dell’inserimento nella World Heritage list dell’Unesco. Il decennale fornisce anche l’opportunità per perfezionare progetti ed utilizzare approfonditamente lo strumento del Distretto turistico del Sud-Est siciliano”. Il decennale del riconoscimento, dunque, come l’occasione giusta per definire strategie comuni partendo dalle cose più semplici, come ad esempio un sito internet comune, fino ad arrivare ad obiettivi importanti quali la promozione integrata e coordinata dei territori e dei siti Unesco.

Ampiamente soddisfatta l’assessore alla Cultura del Comune di Noto, Costanza Messina. “Ho lanciato l’appuntamento del decennale dell’inserimento nella World Heritage list dell’Unesco il giorno stesso in cui mi sono insediata proprio perché ho formato la mia attività politica e professionale sull’identità territoriale e la consapevolezza culturale acquisita grazie proprio alla riflessione intorno al riconoscimento Unesco del 2002. Da questa riflessione era anche nato lo stesso Festival del Paesaggio, pertanto sento atto dovuto ed importante celebrare il decennale di questo avvenimento. Parliamo di un settore fondamentale da cui fare ripartire, secondo l’intento che sto portando avanti, un sistema cultura per Noto e per il Val di Noto. Passa anche da ciò il rilancio del territorio voluto da questa amministrazione e da un nuovo legame ed una collaborazione tra le città patrimonio dell’Unesco, riconoscimento che oltre a rendere onore al Val di Noto, comporta anche oneri e responsabilità”.

I lavori riprenderanno nuovamente la prossima settimana quando i rappresentanti dei siti Unesco si incontreranno nuovamente per iniziative con forti ricadute positive sul territorio.

02 Febbraio, 2012 Posted by Giornale di Siracusa | Tags: Design, XHTML, CSS | 19 comments

 

Loading

 

NotoLibera.it
© 2012 CifSoft inc. | Design by
Corrado Capodicasa |
xNavigation | XHTML / CSS / AA / 508